Il Centro Rosa Marchi conta 1.400 soci, di cui 100 sono attivisti volontari.

Oggi per noi quella dei centri anziani autogestiti è una realtà assodata e normale, ma il Centro, (Gia centro Barca) è stato il primo in Italia a darsi questo tipo di struttura che è servita da esempio per tutti gli altri centri che sono nati successivamente.

Non è un caso che l'ANCeSCAO, l'associazione che li raccoglie e coordina a livello nazionale (www.ancescao.it) sia nata proprio a Bologna e qui abbia avuto in passato la propria sede.

E vale la pena ricordare un altro primato di questo Centro, di grande valore simbolico e culturale: il primo presidente del primo centro autogestito da anziani in Italia fu Rosa Marchi, una donna.

Il 1977 è stato sicuramente un anno importante per Bologna, anche per questa "rivoluzione" degli anziani che, con grande capacità, fantasia e rettitudine morale, hanno saputo trasformarsi da persone bisognose a protagonisti della vita sociale, politica e culturale del Paese.

radio cap

Questa è Radio C.A.P.

"Cominciamo A Parlare"!

Attualità, intrattenimento, viaggi, sport, amore, musica e cinematografia.

Narrate da un gruppo di giovani studenti.